domenica 21 ottobre 2012

Laboratorio di Panificazione 2 - La vendetta


Venerdì sera eravamo in tanti: 12 panificatori e mezzo (Viola), più Marta partecipante ma senza mani in pasta (questo ci ha permesso di sfruttarla come fotografa).
Devo dire che diversamente da quello che mi aspettavo tutto si è svolto con poca confusione e con pochissimi ritardi, tanto che abbiamo finito in anticipo. Nonostante i molti tipi di farine, e la difficoltà da parte mia di controllare direttamente l'umidità di ogni impasto, mi sono arrivati diversi messaggi di soddisfazione; l'impasto alla fine ha fatto il suo dovere e focacce e pagnotte hanno profumato gli ambienti mattutini del sabato.
Vorrei ringraziare tutti per la pazienza (alla fine mi avete fatto molti complimenti, ma potrei migliorare come maestrino saputello) e per il massimo impegno dimostrato. La Pasta Madre sta piano piano invadendo Pessano e dintorni come un blob fragrante e profumato. Spero che il morbo della panificazione si diffonda sempre più in tutta la Martesana, tanto da dover girare scortato a causa delle ritorsioni dei panettieri (so che Bertelli ha già messo una taglia sulla mia testa). Grazie a tutti e alla prossima !


6 commenti:

  1. Profffff !!! Ho appena sfornato due michettone semi-integrali!!! L'aspetto è godurioso, il profumo pure.. ti saprò dire il gusto!

    I complimenti te li sei meritati tutti... ma più di te, la Piera! Ogni tanto, come con i bimbi, mi alzo di notte a controllare se respira.. la mia tesora!

    E' stato divertente, ho imparato cose nuove e riso un sacco. Bello! Rifacciamolo!! :-D

    RispondiElimina
  2. Grazie ancora all'esimio prof e alla Piera che hanno permesso la realizzazioe di una focaccia al rosmarino croccante fuori e morbida dentro!!! Apprezzatissima dai miei ma assaggiata volentieri anche da me in deroga all'intolleranza!!!!!

    Bella serata davvero piacevole...se si ripeterà mi farà molto piacere!!!!

    Tania
    :-)

    RispondiElimina
  3. Avevo anche la foto della focaccia ma non riesco a pubblicarla :-((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandala in mailing list !
      ILario

      Elimina
  4. Ciao sono invidiosa a noi non hai fatto le foto. Certo è che la Piera mi levita anche nel frigo tanto è viva come dice Simona, la prima volta mi sono ritrovata il frigo pieno di pasta madre perchè era fuoriuscita dal barattolo . Rispetto a qualche anno fa è veramente molto malleabile e lievita tantissimo.
    Ho già sperimentato tutte le ricette proposte da Ilario e alcune prese dal libro che ci aveva presentanto . I risultati sono stati fantastici.Grazie ancora Manuela

    RispondiElimina
  5. Ma la Pasta Madre ha anche un nome?!? Piera?!? Ah ah!
    Io quella sera non ho impastato ma mi sono portata a casa la Piera in un bicchiere di plastica... Era piccolina, ma ho fatto un paio di rinfreschi e sta già crescendo!
    Oggi ho comprato il malto d'orzo e penso che a breve proverò anche io la soddisfazione di una fragrante focaccia! Grazie Ilario, è stata proprio una serata interessante e divertente!

    RispondiElimina